Con la Circolare n. 80 del 6 luglio 2020 l’Inps ha fornito chiarimenti per l’erogazione dell’indennità Covid-19 relativa al mese di maggio 2020.

L’indennità, pari a 1000 euro, è riservata ai seguenti lavoratori:

  • professionisti “senza Cassa” che hanno subito una riduzione del reddito del 2° bimestre 2020 rispetto al reddito del corrispondente periodo del 2019
  • co.co.co. che abbiano cessato in maniera involontaria il rapporto di lavoro in un preciso periodo
  • lavoratori in somministrazione e dipendenti stagionali che abbiano cessato involontariamente il rapporto di lavoro in un determinato periodo di tempo impiegati nei settori del turismo e degli stabilimenti balneari.

Ad eccezione dei professionisti, non è richiesta la presentazione di una nuova domanda laddove gli interessati abbiano percepito l’indennità per i mesi di marzo e aprile 2020. Tuttavia, la mancata presentazione della domanda per le indennità per tali mesi non è ostativa al beneficio per il mese di maggio.