L’attuale emergenza ha imposto una rapida riorganizzazione delle attività, accelerando i processi di digitalizzazione. Si rendono necessari investimenti per potenziare la rete internet e le linee telefoniche, la creazione di archivi digitali e il sostenimento di spese di formazione.

Qual è il trattamento fiscale di queste spese?

Occorre sottolineare che per i professionisti in regime di flat tax nessuna di queste spese è deducibile analiticamente perché tutti i costi sostenuti si deducono in percentuale forfettaria. Per il resto, valgono le seguenti regole:

  • Telefono (linea Adsl, fibra e superfibra più centralina telefonica): deduzione 80% del costo. Centralina ammortizzabile nella stessa misura; il coefficiente di ammortamento è il 20%.
  • Archivio digitale e Pc: costo integralmente deducibile/ammortizzabile, coefficiente di ammortamento del 20%. Per i beni di costo non superiore a 516,40 euro deduzione in un unico esercizio. Credito di imposta 6% per investimento in beni strumentali nuovi, anche acquistati in leasing
  • Formazione: integralmente deducibile entro il limite annuo di 10.000 euro.