L’Organismo italiano di contabilità fornisce chiarimenti in merito al principio 19, in consultazione fino al 14 febbraio. Se non ci sono modifiche sostanziali il debito estinto e riaperto in un’altra banca creditrice non si cancella. Nella richiesta di chiarimenti si chiedeva se il cambio della controparte, ad esempio per cessione del credito, comporti l’eliminazione contabile del debito. La risposta dell’Oic analizza in dettaglio il paragrafo 73 del principio contabile. Nei casi in cui a seguito dell’estinzione viene contratto un nuovo debito con la medesima controparte, l’eliminazione contabile avviene solo quando i termini contrattuali del debito originario differiscono in maniera sostanziale da quelli del debito emesso. Nei casi in cui la controparte non muta, se i termini contrattuali differiscono in modo sostanziale, ha luogo la cancellazione del debito originario e l’iscrizione del nuovo debito.