C’è tempo fino al 31 gennaio per trasmette il c.d. esterometro dei mesi di novembre e dicembre 2019. Dal 2020, invece, la scadenza della trasmissione diventa trimestrale e scatta dal 30 aprile. Al Forum commercialisti del 13 gennaio si è parlato anche della modifica sul termine di presentazione delle comunicazioni riferibili alle operazioni eseguite e ricevute da soggetti esteri. Per le fatture emesse a partire dal 1°gennaio 2019 i soggetti passivi Iva, residenti o stabiliti nel territorio dello Stato, sono tenuti a comunicare periodicamente alle Entrate i dati relativi alle operazioni effettuate nei confronti di soggetti non stabiliti in Italia o ricevute da soggetti non stabiliti in Italia. Sono fuori dall’obbligo le operazioni per le quali è stata emessa una bolletta doganale o è stata emessa o ricevuta una fattura elettronica, trasmessa mediante Sdi. Escluse parimenti le cessioni nei confronti di viaggiatori extra-Ue, documentate con fattura elettronica trasmessa mediante il sistema Otello. Vietata la trasmissione dei dati relativi alle prestazioni sanitarie.